LE REGOLE DEL BUON VICINATO IN SCOZIA

LE REGOLE DEL BUON VICINATO IN SCOZIA

Faccio come mi pare, faccio come mi pare il blog, blog expat, vicinato scozia, scozia, vicini in scozia, buoni vicini
Il pacco Amazon di fronte alla porta di casa.

Anche quest’anno a Natale ho fatto incetta di cards di auguri che sono finite appese sul muro del salone a prendere un po’ di polvere mentre mi ricordano che il mondo è bello, che questa tradizione britannica mi piace proprio tanto.
Il mondo è così bello che questi bigliettini non li ho ricevuti solo dagli amici ma anche dai miei datori di lavoro e dai vicini di casa, gli stessi che conosco a malapena e ai quali dico solo “buongiorno”, “buonasera” e “che freddo!“.

Ma questo non importa e a Natale hanno preso in mano la penna per augurarmi buone feste e felice anno nuovo ed io ho fatto lo stesso, firmando “Serena & Alessio, 16C”, il numero del nostro interno.

Non potrei pensare a soluzione migliore di questa, non ci parliamo ma siamo cortesi gli uni con gli altri, così quando la mia dirimpettaia mi scrive un bigliettino per chiedermi di lavare le scale (*), io procedo e le rispondo con due righe augurandole una buona giornata.
Se trovo una cartaccia sul pianerottolo non attacco cartelli per urlare all’inciviltà, non metto nero su bianco parolacce e bassezze senza apporre una firma alcuna, come tanti usavano fare in Italia, ma la raccolgo e se qualcuno cammina con un passo pesante al piano di sopra di certo non vado a bussargli alla porta alle 9 della sera.
I miei vicini fanno lo stesso.

Siamo, ripeto, rispettosi gli uni degli altri, diamo ascolto al buonsenso e la cosa funziona benissimo così.

Durante il mio ultimo viaggio in Italia un pacco di Amazon è stato recapitato davanti alla mia porta di casa.
Non al vicino, non in un posto sicuro.
Davanti alla mia porta di casa.

Tornata dalle ferie lì ho ritrovato il pacco ad aspettarmi, nessuno lo aveva toccato malgrado il via vai quotidiano.

Stasera un ennesimo episodio, un altro pacco, questa volta consegnato per sbaglio al civico 23 che non è di fronte casa mia ma ad una decina di metri di distanza.
Scopro l’errore perché l’abitante del civico 23 ha notato l’inghippo ed è uscita di casa per lasciarmi un avviso, mentre io ero fuori.
Alle sette di sera scendiamo in strada, entriamo nel suo vialetto all’inglese e veniamo accolti da una signora sorridente che ci mette subito in mano il pacco che non ha neanche provato ad aprire, lo ha semplicemente tenuto lì accanto alla porta, in attesa di noi.

La cosa più naturale del mondo che ancora mi stupisce.

 

(*) Non so se sia così ovunque ma qui non paghiamo il condominio né una ditta di pulizie per mantenere decoroso lo stabile.
Semplicemente, a turno si spazzano e lavano le scale.
Cosa che io adoro.

Annunci

23 pensieri su “LE REGOLE DEL BUON VICINATO IN SCOZIA

  1. si, vero. anche qui nel paesino di campagna scozzese stessa roba. Unica lamentela e urlo all’incivilta’ circola sul gruppo locale di facebook quando chi va on giro con il cane, lo lascia fare la cacca dove gli pare e non raccoglie.

    Mi piace

    1. C’e’ una dirimpettaia che odio che lascia girare il cane da solo (e anche i figli, ahah), cioè lo fa scendere per andare a far cacca e lo richiama urlando come una pazza (idem i figli XD).

      Se fossi in Italia la cosa mi disurberebbe ma sembrerebbe normale, qua no! 😀

      Mi piace

  2. Anche qui livelli di civiltà impensabili. La mia dirimpettaia non ha mai lavato le scale, lei ed i figli sbattono la porta continuamente e se ne fregano delle regole condominiali, ma nessuno dice niente. Magari lo pensano, ma non esternano 😀 Anche qui i pacchi restano per giorni davanti alla porta e se per strada qualcuno perde un guanto, una sciarpa o qualsiasi altra cosa, chi lo trova lo appende al primo albero o palo. Io l’altro giorno ho perso la carta di credito nel vialetto davanti casa…stendiamo un velo sul perché la tenessi in tasca…e un vicino me l’ha riportata prima che mi rendessi conto di averla persa.

    Liked by 1 persona

  3. Boh, I miei vicini crucchi temo mi abbiano fregato un pacco amazon che non trovo da nessuna parte, ora me li vedo gli infami a mangiare dai miei tavolini per la colazione. Ho pure fatto un biglietto in tedesco con tantissimo sforzo in cui pregavo chiunque di rimettere il pacco al suo posto ma non ho avuto nessun effetto. Devo ancora capire chi sia tra tutte le persone che vivono qui e non conosco, ma sospetto la tipa a cui il primo giorno avevo affidato burro e latte perché non ci andava il frigo e lei se li è magnati senza manco fare complimenti…

    Mi piace

    1. Per il pacco criminali, per il burro e latte ho riso un pochino!
      Dici che non aveva capito oppure e’ pazza? XD

      Parlavamo sul gruppo italiani in Scozia di quando prendono i mobili e li buttano nel cortile comune per mesi. Hanno delle pecche, ecco, ma io per ora super fortunata! 🙂

      Mi piace

  4. Le regole di buon vicinato sono bellissime ma non scontante. Nel condominio dove abitano i miei le azioni di inciviltà condominiale sono frequenti. Ascensori che vengono deliberatamente lasciati aperti, immondizia non sempre messa negli appositi contenitori, porte non sempre chiuse… cose del genere che non ho mai capito.
    Tutto il contrario di dove ho abitato per circa 7 mesi l’anno scorso. Stessa città, condominio diverso. Vicino mai visto né sentito che manda sms con il telefono del corriere Amazon per tranquillizzarmi “Il tuo pacco l’ho preso io cara, te lo lascio stasera davanti alla porta quando torno da lavoro”.

    Il mondo sarebbe veramente un posto migliore se tutti portassero più rispetto verso gli altri.

    Liked by 1 persona

      1. Lo era. Ora i miei vicini sono gli ospiti del b&b qua a Drumnadrochit xD vorrei dire che sono tutti persone tranquille ma qualcuno sembra avere il cemento ai piedi quando scende le scale… Vabbe xD

        Mi piace

  5. Le piccole gentilezze fra vicini, a me piacciono tanto! E tu sei molto fortunata, questo post trasuda civiltà 😀
    Io per il momento non posso esprimermi, il nuovo condominio qui a Barcellona è di soli 3 piani, un appartamento per piano: sopra ho un vecchietto, sotto una coppia che credo sia scoppiata dopo grandi litigi qualche giorno fa.
    Ho appena attaccato un foglio in bella vista, in catalano (fatto tradurre da un’amica), per avvisare che domani sera diamo una festa…vediamo come va, spero di non essere io la vicina additata come incivile ahahaha

    Mi piace

      1. Eccomi! Sopravvissuta senza richiami della polizia 😀
        Non so se grazie al messaggio in catalano o ai miei vicini menefreghisti, ma siamo andati avanti fino alle 3:30 alla fine, con una certa decenza eh. Ma prova superata!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...