Visitare Portobello, il mare di Edimburgo

visitare portobello, guida portobello edimburgo, guida stampabile edimburgo, cosa fare a portobello, mare di edimburgo

Si dice che a Edimburgo non manchi proprio nulla perché tra colline, centro storico e mare c’è davvero l’imbarazzo della scelta e oggi è proprio verso le sue spiagge che andremo, visitando insieme Portobello, uno degli ultimi video che vedrete sul mio canale YouTube prima della chiusura estiva.

Affacciato sul Firth of Forth, Portobello è oggi un quartiere di Edimburgo che potrai raggiungere con il bus 26 da Princes Street per conoscere finalmente l’ebbrezza del mare del nord e delle spiagge locali. Votato come quartiere più amichevole e posto in cui vivere in Scozia, Portobello nel diciottesimo secolo è stata zona di industria manufatturiera e con la sua sabbia sono stati fabbricati mattoncini (portobello bricks) impiegati nelle costruzioni non solo locali. Portobello è stata località di vacanza per tanti britannici tra il 1850 e il 1950, perdendo poi piano piano il loro interesse. Le cose stanno cambiando e negli ultimi decenni i locali passano qui a Portobello i loro fine settimana di sole, bevendo birra di fronte al mare e approfittandone, magari, per fare un bagno nelle piscine al coperto.

Portobello la guida gratuita stampabile

Se sei arrivato fin qui vorrai però forse sapere cosa c’è da fare a Portobello e se valga la pena la visita, ecco quindi una guida stampabile così come ho fatto per Leith e per Edimburgo in generale. Questi i luoghi che ti suggerirei di non perdere:

Portobello High Street, una strada piena di negozietti, pub e piccole boutique. Ideale per fare due passi e vedere dove i locali spendono i loro soldi ed il loro tempo. Trafficata e rumorosa, qui potrete vedere:
L’attuale Town Hall, costruita nel 1912.
La stazione di polizia, ed ex town hall creata da Robert Paterson che è stata tale dal 1878 al 1896
La chiesa battista, ovvero la prima town hall di Portobello che fu disegnata da David Dryce nel 1862 e subito dichiarata inadatta.

St John the Evangelist, la chiesa di San Giovanni sarà la prima costruzione imponente nella quale ti imbatterai entrando a Portobello e merita certamente una fotografia o due. Costruita nel 1906 dall’architetto JT Walford, all’interno ha un organo che purtroppo non ho ancora avuto modo di vedere a causa del covid e del lungo lockdown che la Scozia ha vissuto.

La Portobello Promenade, a due passi dal fiume Figgate Burn ecco il mare di Portobello e la sua spiaggia dorata di circa due miglia. Qui troverai angoli di spiaggia poco frequentati e aree dove la presenza di fish & chips, pizzerie e pub attireranno i passanti aumentandone la densità. Ma soprattutto da qui potrai godere di una vista pazzesca e visitare:

  • Coade Stone Columns, tre colonne che guardano il mare costruite grazie ad una pietra artificiale creata (o forse è meglio dire “perfezionata”) da Eleonor Coade dalla quale prendono il nome. Eleanor Coade era una donna che in meno di due anni stravolse il business zoppicante di Daniel Pincot fino a diventarne la proprietaria. Le sue opere sono state vendute anche a Buckingham Palace e rimangono visibili per i passanti proprio di fronte alla Portobello Promenade: i tre pilastri hanno decori incantevoli e avvicinandoti di verrà voglia di toccare la pietra, che scoprirai decisamente artificiale, malgrado l’apparenza. Non è chiaro come le colonne siano arrivate a Portobello poiché adornavano originariamente un giardino vicino Hope Lane ma insomma, ora sono qui a Portobello e ce le godiamo.
  • Portobello Swim Centre (Victorian Swimming Pools), costruito da Robert Morham nel 1898, dove troverete uno dei tre bagni turchi ancora aperti in Scozia e le piscine anche con acqua salata. Frequentatissimo in passato, a fine 1800 era luogo di ritrovo per i ricchi che volevano fare un bagno. Attualmente lo stabile è in rifacimento quindi le tue fotografie saranno disturbate da qualche impalcatura di troppo ma potrai comunque approfittare delle piscine.
  • Tra le attività da fare, c’è senza dubbio il kayak se sei appassionato. Io nel mare freddo del nord non riesco ad avventurarmi se non con i piedi ma so che qualcuno ne approfitterà per provare. Nel caso, prenota prima al Portobello Sailing & Kayaking Club.
mare edimburgo, pub portobello edimburgo, dove bere portobello, dove mangiare a portobello, il mare del nord edimburgo
Mare del Nord

The Portobello Bottle Kilns, forse la mia meta preferita a Portobello, dopo la Promenade. Questi altiforni furono creati dalla Buchan’s Pottery all’inizio del ventesimo secolo e sono stati restaurati nel 2006 mantenendo i mattoncini originali. Queste due bottle kilns ricordano alla gente di Portobello la loro storia e quel periodo che ha visto l’industria andare alla grande, qui.  

Dewar Monument, una piccola fontana sui lati dell’Abercorn Park, nulla di memorabile in entrambi i casi ma il parco è un luogo ideale per buttarsi sull’erba a rilassarsi. Il Dottor Hugh Dewar si vide dedicare questo monumento dopo la sua morte, avvenuta in circostanze non chiarissime. Sembra che l’uomo, amatissimo, nel 1914 uccise Jane Anderson, una donna di appena 25 anni che doveva aiutava a partorire e che invece sotto le sue mani soffrì moltissimo. Accertate le sue responsabilità, Dewar venne portato in corte ma morì prima di conoscere il verdetto e le circostanze della sua morte non sono chiare, in quanto potrebbe essersi suicidato bevendo un veleno.

The Porty Light Box, una cabina del telefono che rischiava la demolizione e che è stata resa piccola galleria d’arte dai locali. Deliziosa!  

Bellfield, nata come chiesa, oggi luogo di ritrovo per la comunità e dove vedrai un minuscolo cimitero british. Se ti piace il genere non perderti il video sul cimitero di Calton Hill, nel cuore di Edimburgo.

George Cinema, che non merita che una visita frettolosa pur essendo un esempio di Art Deco del 1939 e fonte di divertimento del passato per i locali. Sembrava destinato alla demolizione ma attualmente i piani del comune sono di modernizzarlo, quindi lo troverete chiuso e potrete ammirarne solo l’esterno mono tinta.  

St Mark’s, chiesa episcopale dove è possibile avvistare gli scoiattoli, lasciare un libro nella deliziosa libreria condivisa del dottor Who (Il 30 giugno 2021 guarda il mio video su YouTube per saperne di più ) e dare un’occhiata al piccolo cimitero british!   

Dove mangiare e bere a Portobello, Edimburgo?

dove mangiare a portobello, mangiare portobello edimburgo, pub portobello, caffetteria portobello, tanifiki portobello, tanifiki, Foresters Guild
Foresters Guild

Per un caffè non posso che consigliarti Tanfiki, dove il profumato chicco viene acquistato eticamente, il personale è gentile, le torte squisite ed il flat white ottimo.

Per un dolcetto il mio cuore va a The Beach House, proprio sulla High Street, un panificio dove potrete prendere dolcetti tipici e un caffè a portare via. Hanno attenzione per i vegani e ci sono diverse opzioni gluten free. Hanno anche un ristorante / pub sulla Portobello Promenade e merita anche quello.  

Foresters Guild, un pub sulla High St che ho trovato delizioso, gli interni meritano davvero e se il bel tempo ti assiste potresti andare nel loro giardino segreto a goderti gli chalet e una pinta gigantesca.

A differenza di Leith, io non posso consigliarti di allungare la tua visita a Edimburgo per arrivare fino a Portobello, perché il mare del nord merita ma forse quando hai pochi giorni a disposizione c’è altro che ti consiglierei di affrettarti vedere. Però ecco, questa è una guida di Portobello e queste le cose belle che ti aspetta qui. Goditele!

Potrebbe Intessarti Anche

16 Comments

  1. grazie, ho pianto calde lacrime, perché più volte ho sognato di vivere qui ^_^ <3

  2. Siamo stati ad Edimburgo, ma non a Portobello per mancanza di tempo, ci hai fatto scoprire un luogo veramente magico. Dal momento che vorremmo tornare in Scozia sicuramente andremo a visitarlo.

  3. Ammetto di non aver mai preso in considerazione l’idea di visitare Edimburgo, ma il tuo articolo (in particolare la parte del cibo) mi ha conquistata! Ci farò un pensierino quando andrò in Inghilterra!

    1. piccolo appunto Alice, Edimburgo è in Scozia! <3

  4. Sei davvero fortunata puoi godere ogni giorni di una bellezza davvero profonda e bellissima, poi ammetto che conosco poco e nulla la Gran Bretagna in generale e dunque grazie a te è bello “viaggiarla”, sopratutto la parte della Scozia!

  5. Non sono mai stata ad Edimburgo, grazie al tuo blog sto scoprendo sempre di più questa splendida città. Portobello é una località molto suggestiva.

  6. Mi piace scoprire queste località della Scozia, che porto nel cuore, grazie ai tuoi articoli. Sicuramente mi piacerebbe da morire fermarmi a The Beach House per un caffè e un dolcetto tipico!!

  7. amalia occhiati

    Come mi piacerebbe visitare la Scozia ed Edimburgo. Chissà se un giorno riuscirò a venire sicuramente visiterò anche Portobello

  8. Mi è piaciuto molto conoscere un angolo di Edimburgo che di solito non viene elencato tra le attrazioni principali della città. Le tue informazioni sono state molto preziose.

  9. Bellissimo, tra l’altro mi hai svelato delle chicche che ignoravo completamente! Come le colonne Coade. Mi manca tantissimo Edimburgo, ma oggi con le date del vaccino stampate nero su bianco, comincio a sentirmelo più vicino

  10. firstepilprimopasso

    Non sono mai stata a Edimburgo quindi non conosco per niente quella zona, ma i tuoi articoli mi fanno sempre scoprire qualcosa di nuovo e mi incuriosiscono sempre di più. Mi sa che ci farò un pensierino quando potremo viaggiare più liberamente…

  11. Ma che bella questa guida grazie mille, davvero completa! E poi è interessante per chi come me pensa Edimburgo sia fatta “solo” di splendidi palazzi 🙂

  12. Volevamo fare un giro Inghilterra e Scozia prima di aver bisogno del passaporto, ma sinceramente la vedo dura con questa pandemia e la necessità della quarantena…ci proverò fra qualche anno!

  13. Il mio compagno non ama viaggiare (e non si azzarda a brontolare se quindi viaggio coi miei amici), ma la Scozia, incredibile!, ha voglia di vederla.
    Approfitterò delle tue dritte, anche su Portobello, quando faremo il miracolo, grazie!

  14. Ho sempre sognato di visitare la Scozia e sicuramente Edimburgo sarà la prima città che mi piacerebbe vedere…mi immagino già nelle vie di Portobello High Street circondata dalle piccole boutique oppure a mangiare un dolce al The Beach House. Non vedo l’ora di iniziare a viaggiare di nuovo 🙂

  15. Da quando leggo il tuo blog mi sono resa conto di essere proprio ignorante in materia di Inghilterra per fortuna ci sei tu che mi mostri le sue meraviglie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.